ricerca, tutela e promozione
del patrimonio enogastronomico di qualità

 








Mostarda di Mele

Il termine mostarda deriva da mosto cioè succo di frutta (uva, mele, pere) fermentato.
È una salsa tipica della cucina biellese che non ha nulla a che vedere con le salse piccanti a base di senape che per un francesismo vengono definite mostarde.

La mostarda di mele biellese è un condimento fluido, scuro, aromatico, dolce, con sfumature acidule, che accompagna per tradizione bolliti e paletta; si accosta con originalità a formaggi locali di vacca o di capra, è perfetta con la polenta o spalmata sul pane e diluita con l'acqua diventa una bibita dissetante assai gradevole.
Un tempo quasi tutte le famiglie cuocevano in casa questa salsa, di cui facevano grande consumo, che aveva il pregio di conservarsi inalterata a lungo.

Una lunga e paziente cottura (12-18 ore) è necessaria per concentrare, senza aggiunta di zucchero, il succo ottenuto dalla spremitura delle mele, la cui qualità è determinante per ottenere un prodotto dal giusto sapore e dal corretto tenore zuccherino. Ricordiamo qui che il Biellese annovera oltre 150 varietà di mele di cui molte autoctone nonchè molte cultivar di pere, utilizzate per la produzione di marmellate e torte del tutto originali.

[<   Precedente  1  2  3  4  5  6  7  Successiva   >]

 
Copyright © 2010 - 2017 DocBi - Centro Studi Biellesi - p.iva 01483110027
web design | web developer
Login